Europa senza armi nucleari: un sogno realizzabile

Giovedì 3 ottobre 2019 presso il
Campus Luigi Einaudi (Aula B2)
Dalle 14 alle 17:30

Presenta e modera Zaira Zafarana del Coordinamento piemontese contro le armi atomiche

Introduzione – Giovanna Pagani (Wilpf Italia)

La storia del Trattato ONU – come nasce e come si argomenta un’iniziativa che porta all’approvazione del trattato il 7 luglio 2017 e all’attribuzione del Nobel della pace 2017 all’ICAN, rete di associazioni della società civile che per questo si sono battute

Bomba nucleare in Italia: quanto ci costi – Angelo Baracca

Gli ordigni nucleari sono presenti o transitano in Italia da moltissimi anni sotto forma di bombe, missili, sottomarini facenti parte del sistema di difesa USA.
Questa presenza non è gratuita; come paese ospitante paghiamo dei costi sotto forma di provvisioni o utility di servizio; ma quanto ci costa mantenere il nostro alleato perché ci protegga nel nostro paese?

Bomba nucleare e ambiente: quale impronta lasci, sperando di non essere mai utilizzata – Massimo Zucchetti

Produrre una qualsiasi arma per l’ambiente è comunque un danno gratuito. Ma quanto costa in termini di ambiente, come consumo di risorse e riscaldamento globale progettare, produrre e mantenere un ordigno nucleare. E quanto il suo smantellamento.

Uscire dal nucleare: per un’Europa denuclearizzata

L’Italia non ha ancora ratificato il trattato ONU. Viceversa le superpotenze denunciano e cancellano i trattati di controllo e non proliferazione sottoscritti negli anni passati.

Dibattito tra studenti introdotto da Giangiacomo Migone

Cartellina informativa (abstract)

Per informazioni: info@agite-to.org

Scarica la locandina Scarica il manifesto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.