ABOLIRE LA GUERRA! Aumentare le spese militari? Una follia

La ingiustificata invasione dell’Ucraina decisa da Putin oltre ad aver provocato morte e distruzione in quel Paese, ha avuto tra gli effetti collaterali, lo scatenamento di una corsa al riarmo senza precedenti. La lobby militare-industriale ha subito approfittato dell’occasione e oggi brinda alla decisione di tutti i Paesi europei, tra cui il nostro di aumentare le loro spese militari, accelerando una corsa al riarmo già in atto da alcuni anni.

E’ una follia e come italiani ci vergogniamo, usando le parole di papa Francesco, della decisione assunta dal 98% del nostro Parlamento che impegna il Governo ad aumentare sino al 2% del PIL la spesa militare e che sottrarrà risorse alla sanità, alla transizione ecologica, al lavoro buono e sicuro, al contrasto delle diseguaglianze e alla povertà per darle ai mercanti di morte.

Per dimostrare ancora una volta la nostra contrarietà alle politiche di guerra invitiamo tutte e tutti ad un

presidio in piazza Castello davanti alla prefettura

mercoledì 30 marzo  ore 14,30

mentre una nostra delegazione farà presente queste nostre rimostranze al Prefetto

  • No alla guerra
  • Cessate il fuoco e ritiro immediato delle truppe russe dall’Ucraina
  • No al riarmo
  • Si all’accoglienza di tutte le persone profughe che scappano da tutte le guerre
  • Si alla resistenza nonviolenta

Una risposta.

  1. Maria Teresa Dovetta ha detto:

    Condivido completamente le vostre richieste al governo Italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.